Santa Aurora

ORIGINE E DIFFUSIONE DEL NOME AURORA

Il nome Aurora deriva dal latino “aurōra” etimologicamente forse arcaico ausosa, derivato dal sabino Ausel, nome di una divinità solare, connesso alla radice indoeuropea “brillare”, “far luce”, da cui prende origine anche il nome greco.

Aurora corrisponde alla dea greca Eros per la mitologia romana, la dea che ogni giorno si innamorava dell’alba, volando attraverso il cielo per annunciare l’arrivo del mattino di un nuovo giorno.

Un significato simile viene assunto anche dai nomi Alba, Dawn, Anatolio, Rossana, Zora, Zaria, Hajna e Aušra, mentre è stato attribuito in suo onore il nome all’asteroide “94Aurora”.

Sin dai tempi del rinascimento è stato utilizzato come nome improprio, il 7 dicembre viene festeggiato il suo onomastico, in memoria della beata religiosa e martire a Moncloa-Aravaca, Aurora Lopez Gonzalez. Erroneamente alcuni calendari riportano la data del 20 ottobre per segnalare la santificazione del nome, riferito alla santa mannese venerata insieme al santo vescovo Bradano, chiamata però Orora e non Aurora.

 

JUSTA LOPEZ GONZALES (ONOMASTICO AURORA)

Justa Lopez Gonzalez, rispettivamente figlia di José e Eusebia, nacque a San Lorenzo, nei pressi di Madrid, il 29 maggio 1850, ricevendo il Battesimo due giorni dopo. Ricevette un’educazione cristiana e il 20 marzo 1874 entrò come Postulante nell’Istituto delle Suore Serve di Maria Ministre degli Infermi, fondate da madre Maria Soledad de Acosta, santificata poi nel 1970, presso la casa El Escorial.

La sua prima Vestizione avvenne nel 1874, mentre la prima Professione nel 1875. Nel 1885, in seguito ai voti perpetui, venne nominata Superiora della casa di Arévalo, lasciando un segno di sé in ogni città toccata. Ricordata per il suo coraggio e la sua semplicità, nonché per la missione e la devozione delle anime da salvare. Instancabile anche in tarda età, non smise mai di invogliare le sue colleghe sorelle ad ascoltare la parola del Signore, in tutte le sue forme. Durante la guerra civile, nel luglio del 1936, le suore vennero sottoposte a una rigida sorveglianza, costrette a trovare alloggio presso alcune famiglie, costrette ad abbandonare l’abito. Suor Aurora soffrì della scelta obbligata, senza però perdere il coraggio che l’aveva da sempre contraddistinta.

La fine che la vide protagonista del suo assassinio avvenne probabilmente fra il 6 e il 7 dicembre del 1936 ad Aravaca, nei pressi di Madrid, mentre suor Agustina venne uccisa il giorno prima.

Il 3 giugno del 2013 papa Francesco decise di firmare  un decreto che riconosce l’uccisione in odio alla fede di suor Aurora e delle sue compagne. La cerimonia di beatificazione è avvenuta il 13 ottobre dello stesso anno a Tarragona.

 

SANTA AURORA (20 0TTOBRE RICORRENZA)

Non si conosce pressoché nulla della Santa Aurora celebrata erroneamente ogni 20 ottobre dell’anno. Il suo nome ritrae chiaramente uno spirito di luce e brillantezza, destinato a illuminare il percorso di ogni vita toccata. La data riporta all’Isola di Man, nel Mar d’Irlanda, dipendenza della monarchia britannica con un governo però autonomo. Qui, Santa Aurora, o Santa Orora, è venerata insieme a San Brandano il giorno del 20 ottobre.