Principessa Aurora Disney

La principessa Aurora della Disney è la protagonista della famosissima fiaba ” La bella addormentata nel bosco”, film prodotto nel 1959.

Aurora è chiamata anche “Rosaspina” dalle sue fate madrine all’interno della fiaba, Flora, Fauna e Serenella. Unica figlia di Re Stefano e della Regina Leah, una delle poche protagoniste principesse ad aver mantenuto entrambi i genitori in vita nel corso della storia.

Il suo personaggio basato sulla fiaba, rappresenta l’ultimo personaggio della Disney creato dal famoso Walt Disney, il famoso animatore, imprenditore, disegnatore, cineasta, doppiatore e produttore cinematografico statunitense.

Ad animare la principessa Aurora fu Marc Davis, che in passato aveva animato anche altre famose principesse Disney, tra cui Biancaneve, Cenerentola e Alice.

Nonostante la principessa Aurora sia la protagonista indiscussa della scena del film, il suo ruolo si limita a soli 18 minuti nella pellicola. Inizialmente venne doppiata dalla voce della ventenne Mary Costa, sia nella parte cantanta che in quella parlata, cercata per anni dalla produzione.

 

STORIA E BIOGRAFIA DELLA PRINCIPESSA AURORA DISNEY

La storia ha inizio con Re Stefano e la Regina Leah, genitori di una primogenita chiamata Aurora per via del sole che aveva portato all’interno delle loro vite.

Per festeggiare e celebrare la nascita della piccola, Re Stefano decise di aprire le porte del castello ad ogni abitante di basso ed alto rango, senza distinzioni. Al fianco di Aurora si instaurano le figure delle madrine Serenella, Fauna e Flora, ricevendo in dono l’abilità nel canto e la bellezza.

La strega Malefica però, reduce dell’invito mancato alla festa, si scagliò contro la famiglia reale, lanciando una maledizione sulla piccola Aurora, secondo la quale all’età di sedici anni sarebbe stata punta da un con il fuso di un arcolaio, incontrando così la morte. L’ultima fata, Serenella, che non aveva ancora fatto dono alla piccola di un suo regalo, intervenne sulla maledizione, cambiando la tragicità della morte in un sonno profondo che si sarebbe potuto spezzare solamente tramite il bacio di un principe innamorato della fanciulla.

Le tre fate madrine, preoccupate per le sorti di tale maledizione, portarono Aurora in una casa nascosta nel bosco, mentre Re Stefano fece bandire ogni fuso di arcolaio dal regno.

La principessa Aurora rimase in quella casa convinta di essere una semplice contadina, sino al giorno del suo sedicesimo compleanno, quando conobbe un misterioso ragazzo del quale si innamorò.

Destabilizzata dalla scoperta di essere in realtà una principessa promessa in sposa ad un altro pincipe, Aurora fece ritorno al suo regno, accompagnata dalle sue fate madrine. L’intervento della strega Malefica trasformatasi in un fuso di arcolaio decreta la sentenza di un sonno profondo della giovane, attraverso il compiersi del rito presso la torre del castello, dove venne condotta in stato di ipnosi da Malefica stessa.

In seguito fu risvegliata dal bacio dello stesso ragazzo incontrato nel bosco, il principe Filippo, decretando il lieto fine dell fiaba con il suo risveglio e il classico “e vissero per sempre felici e contenti”.

In seguito, la principessa Aurora è diventata protagonista di nuove pellicole cinematrografiche, fino ai giorni nostri.