Giovanna Mezzogiorno Oggi, Vita Privata e Film dell’Attrice



L’attrice Giovanna Mezzogiorno nasce a Roma il 9 novembre del 1974, figlia d’arte dell’attore Vittorio Mezzogiorno e Cecilia Sacchi anche lei attrice. Ma la famiglia d’arte si estende anche al nonno paterno, Filippo Sacchi, noto critico cinematografico, scrittore e giornalista.

Giovanna Mezzogiorno decide così di intraprendere la carriera di attrice studiando recitazione e lavorando per un biennio a Parigi all’interno del laboratorio teatrale diretto da Peter Brook, regista britannico, nonché amico della sua stessa famiglia, legato soprattutto a Vittorio Mezzogiorno che morì nel 1994 a seguito di un collasso cardiaco.

 

Film e Carriera di Giovanna Mezzogiorno

La carriera vera e propria di Giovanna Mezzogiorno comincia un anno dopo la morte del padre, nel 1995, grazie allo spettacolo teatrale “Qui est là”, una rivisitazione dell’Amleto, nel ruolo di Ofelia, diretto proprio da Peter Brook.

Il suo debutto all’interno del grande schermo arriva invece nel 1997 grazie al film “Il viaggio della sposa” sotto la regia di Sergio Rubini. Grazie a questa interpretazione Giovanna Mezzogiorno riceve il Premio Flaiano come migliore interprete femminile. In seguito l’attrice viene ingaggiata anche per i film “Del perduto amore” sotto la regia e l’interpretazione di Michele Placido e nel film per la televisione “Più leggero non basta” diretto da Elisabetta Lodoli.

Nel 2000 Giovanna entra a far parte del cast della serie francese “I miserabili”, mentre nel 2001 interpreta il ruolo di Giovanna nel film “Tutta la coscienza del mondo” diretto da Eros Puglielli. Nello stesso anno recita anche nel film “L’ultimo bacio” di Gabriele Muccino, decretando un vero e proprio successo.

Nel 2002 Giovanna Mezzogiorno interpreta un ruolo delicato e difficile, quello della giornalista di TG3 Ilaria Alpi assassinata in Somalia, nel film “Ilaria Alpi-Il più crudele dei sogni” sotto la regia di Ferdinando Vicentini Orgnani. Grazie all’interpretazione di Ilaria Alpi, Giovanna riceve il Nastro d’Argento alla migliore attrice protagonista. Nel 2003 Giovanna Mezzogiorno lavora in “Il segreto di Thomas” e “La finestra di fronte “diretto da Ferzan Özpetek. Grazie a quest’ultimo film l’attrice riceve numerosi premi: il David di Donatello, il Nastro d’Argento, il Globo d’oro, il Ciak d’oro e nuovamente il Premio Flaiano, comparendo in alcuni spezzoni del video musicale del film “Gocce di memoria” di Giorgia.



Nel 2004 interpreta Lena nel film “L’amore ritorna” sotto la regia di Sergio Rubini, oltre che nella commedia italo-francese “Il club delle scommesse”, prendendo nuovamente parte a teatro in “4.48 Psychosis” di Piero Maccarinelli.

Nel 2005 l’attrice interpreta Sabina nel film “La bestia nel cuore “diretto da Cristina Comencini, vincendo la Coppa Volpi alla 62ª Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. L’anno successivo ottiene un ruolo all’interno del film “Sci-fi AD Project” diretto da Eros Puglielli. Nel 2007 partecipa al film “Lezioni di volo” di Francesca Archibugi, nel 2008 è la protagonista del film “Vincere” per il quale ottiene il Nastro d’Argento e un Globo d’oro.

Nel 2009 lavora al film “La prima linea “di Renato De Maria, co-produttrice e narrante anche del documentario “Negli occhi”. Nel 2010 lavora al film “Basilicata coast to coast”, mentre nel 2011 viene premiata negli Stati Uniti per il film “Vincere” dal National Society of Film Critics Awards 2010.

Recentemente Giovanna Mezzogiorno ha lavorato come protagonista nel film “Napoli Velata” attualmente nelle sale cinematografiche diretto da Ferzan Özpetek. Per quello che riguarda la trama del film Napoli Velata possiamo dire che la storia è ambientata nella città di Napoli dove una splendida Giovanna Mezzoggiorno interpreta il ruolo della bella Adriana, una donna che verrà coinvolta da due importanti avvenimenti, un grande amore inaspettato ed un brutto delitto.

 

Vita Privata di Giovanna Mezzogiorno

L’attrice Giovanna Mezzogiorno diventa la compagna dell’attore Stefano Accorsi, conosciuto all’interno del set del film “Più leggero non basta” del 1998, ma la loro relazione si è interrotta successivamente. Sul set del film “Vivere” Giovanna incontra il macchinista Alessio Fugolo, sposato nel 2009 dal quale ha avuto due gemelli nel 2011 che ha deciso di chiamare Zeno e Leone.